Le caldaie a condensazione sono quelle che consentono di ottimizzare al meglio i consumi: al contrario delle tradizionali, infatti, permettono di recuperare e sfruttare anche il calore dei fumi prodotti dalla combustione (di metano, gpl o gasolio) e del vapore acqueo che i fumi contengono. Vediamo dunque perché optare per una sostituzione caldaie milano per adottare quella a condensazione. 

 

  1. Si adattano a qualsiasi abitazione 

Le caldaie a condensazione possono essere installate in qualsiasi abitazione, quello che può variare è la potenza della caldaia, che ovviamente dovrà essere sufficientemente potente per riscaldare tutta la superficie della casa. 

 

  1. Sono perfette per chi possiede un impianto a radiatori o a pavimento 

La caldaia a condensazione per il riscaldamento dell’acqua ha dei consumi nettamente inferiori rispetto a una tradizionale, ecco perché è adatta a chi deve riscaldare casa con un impianto a radiatori. Anche se i radiatori richiedono una temperatura di mandata di 55°- 60°C, una caldaia a condensazione di qualità ha comunque rendimenti molto più elevati rispetto ad una caldaia convenzionale. 

 

  1. Il prezzo è proporzionale al loro rendimento 

Una caldaia convenzionale costa meno rispetto ad una a condensazione, ma la sua resa e il risparmio generato, anche se di ultima generazione, sono nettamente inferiori, offrendo dunque al cliente di risparmiare fino al 30% sulla bolletta. Chi opta per la sostituzione caldaie può usufruire delle detrazioni fiscali al 65% così da pagare l’installazione meno della metà. 

 

  1. Per scaricare la condensa è sufficiente una canalizzazione, come quella per il condizionatore. 

Il tubo per lo scarico della condensa può essere inserito nelle normali canaline presenti all’interno delle case. La condensa viene smaltita facilmente attraverso l’ausilio di kit per nulla invasivi, che vengono integrati alla caldaia e, grazie a una piccola pompa, il tubo può raggiungere condotti di scarico a molti metri di distanza e dislivello.